Ragusa: perla del barocco

Ragusa è situata nel cuore del Val di Noto, nel sud est della Sicilia, ed è capoluogo della provincia più a sud d’Italia. Immersa in un territorio molto ricco di bellezze naturali, la città sorge sui Monti Iblei e si trova accanto al corso del fiume Irminio, la cui foce fa parte di una riserva naturale situata tra Marina di Ragusa e Donnalucata.

L’architettura barocca, che si distingue per la sua estrosità e per la ricchezza di elementi decorativi su volte, colonne, capitelli e facciate, costituisce lo stile artistico più diffuso nel territorio ragusano, dove fiorì a seguito del terremoto del 1693. Il sisma che distrusse l’intera Sicilia sudorientale costrinse i ragusani a ricostruire la loro città, donandole un volto completamente nuovo e suggestivo.

Ragusa venne così divisa in due grandi quartieri, Ragusa superiore e Ragusa Ibla, ricostruita sul suo precedente impianto medievale.

Ragusa superiore, invece, costituisce la parte più moderna della città, chiamata anche “la città dei ponti” per la presenza di tre ponti che sorgono sulla Cava di Santa Domenica, un’area naturalistica visitabile e ricca di latomie e piante tipiche della macchia mediterranea.

Un viaggio a Ragusa è anche una buona occasione per provare la cucina locale, ricca di prodotti tipici come le scacce e la provola ragusana.


I 18 monumenti Unesco della città di Ragusa

  • Cattedrale di S. Giovanni
  • Duomo di S. Giorgio
  • Chiesa di S. Maria dell'Itria
  • Chiesa di S. Maria delle Scale
  • Chiesa di S. Filippo Neri
  • Chiesa di S. Francesco all'Immacolata
  • Chiesa delle Santissime Anime del Purgatorio
  • Chiesa di S. Giuseppe
  • Chiesa di S. Maria del Gesù
  • Chiesa S. Maria dei Miracoli
  • Palazzo Zacco
  • Palazzo Sortino-Trono
  • Palazzo Cosentini
  • Palazzo La Rocca
  • Palazzo Bertini
  • Palazzo della Cancelleria o Nicastro
  • Palazzo Battaglia
  • Palazzo Vescovile Schininà

Ragusa Ibla

Nel 2002 Ragusa è entrata a far parte dei siti nominati dall’UNESCO patrimonio mondiale dell’umanità, insieme ad altri centri barocchi del Val di Noto. Ragusa Ibla rappresenta il centro storico della città e racchiude in sé un tesoro di straordinaria ricchezza, che incarna la sua massima espressione di bellezza nel Duomo di San Giorgio.

L’ampia via che conduce alla chiesa è leggermente in salita, motivo per cui, attraverso un sapiente gioco di prospettive, la cattedrale si può ammirare in tutta la sua imponenza, grazie anche alla maestosa scalinata che la precede.

Vista panoramica di Ragusa Ibla
Ragusa Ibla - Vista panoramica



Di particolare fascino è il Giardino Ibleo, ricco di piante tipiche della zona, al cui interno si trova una terrazza che si affaccia sulla bellissima vallata che circonda il centro storico. Da qui si gode una meravigliosa vista panoramica dei Monti Iblei.

Il dedalo di scalinate, stradine, palazzi e case regala dei punti panoramici e degli scorci davvero unici, in particolar modo dalla scalinata di Santa Maria delle Scale e dall’ex distretto militare di Ibla. Da questi luoghi si possono apprezzare dei paesaggi mozzafiato, soprattutto al tramonto.


  Leggi di più su Ragusa Ibla

Le spiagge di Ragusa

Marina di Ragusa
Marina di Ragusa



Le spiagge di finissima sabbia dorata, i fondali bassi e digradanti verso il largo e un mare meravigliosamente azzurro rendono il litorale di Ragusa particolarmente indicato per famiglie con bambini. Ma non solo: i numerosi locali, ristoranti e chalet sul mare di Marina di Ragusa animano la vita serale del litorale, molto frequentato da giovani e turisti. Marina di Ragusa costituisce, infatti, il cuore pulsante della movida estiva della costa ragusana ed è una delle località balneari più frequentate dell’intera Sicilia. Le spiagge di Ragusa si adattano alle esigenze di tutti. Chi vuole rilassarsi in zone tranquille e silenziose, troverà nella Riserva di Randello il posto perfetto per stare a contatto con la natura e godersi un mare incontaminato.

Per fan più accaniti del Commissario Montalbano, la spiaggia di Punta Secca offre un allettante attrattiva: la casa del poliziotto siciliano più famoso d’Italia è lì che attende di essere immortalata in una preziosa foto ricordo.

Ragusa offre una costa molto variegata e il suo clima permette di soggiornarvi non solo durante l’estate. In primavera e in autunno, infatti, il clima mite del sud est della Sicilia è ideale per trascorrere delle vacanze rilassanti e godersi la calma della bassa stagione. Spesso, è anche possibile fare il bagno già a partire dai primi giorni di maggio fino ad arrivare ad ottobre inoltrato. Anche i mesi invernali, specialmente dicembre, regalano delle bellissime giornate tiepide e soleggiate in cui si sfiorano i 15-18°C. In questi giorni diventa piacevole fare delle lunghe passeggiate in riva al mare o godersi un gelato in pieno inverno.

I dintorni

La provincia di Ragusa, situata nella parte sud-orientale della Sicilia, offre innumerevoli bellezze architettoniche e paesaggistiche.
Ampie spiagge di sabbia dorata inframmezzate da scogliere frastagliate si estendono lungo tutto il litorale. Alberi di ulivo e carrubi circondano antiche masserie rurali delimitate dai tipici muri "a secco", in pietra calcarea.

Le città barocche di Ragusa Ibla, Modica e Scicli, perle del Val di Noto e patrimonio Unesco, testimoniano il valore artistico-culturale di questa provincia, ricca di chiese, monumenti architettonici e siti archeologici.
Un territorio in cui storia, arte e tradizione contribuiscono a fare dell’area iblea una tra le mete turistiche oggi più rinomate e apprezzate della Sicilia.

La provincia di Ragusa vanta un notevole patrimonio artistico-culturale grazie al valore dell’architettura barocca. Ispica e Comiso, perle del Val di Noto e patrimonio dell’Unesco, offrono innumerevoli monumenti, chiese e palazzi barocchi.

Il tardobarocco ibleo, peculiare rispetto al barocco europeo, nasce dalla maestranza di abili artigiani locali che scolpirono la pietra locale calcarea dando origine a facciate scenografiche, volti furiosi o ghignanti, mensoloni, putti, mascheroni e balconate dalle forme panciute. Un’architettura esuberante e grottesca che testimonia l’alto valore artistico, storico e culturale del territorio ibleo.

Le campagne del ragusano, ricche di muri a secco, distese di alberi di carrubo, ulivi, mandorli e fichi d’India, sono un’oasi di pace, un luogo in cui la tipicità delle masserie siciliane si sposa con l’ambiente naturale circostante, creando un paesaggio armonioso e incantevole. Le colline di pietra calcarea offrono diverse formazioni rocciose, cave naturali e artificiali, siti archeologici e percorsi da esplorare facendo trekking o passeggiate in bicicletta.

Il Parco Archeologico della Forza, situato alle pendici del colle su cui sorge Ispica, e Cava d’Ispica, un’area archeologica e naturale a metà strada tra Ispica e Modica, sono due siti che riuniscono le peculiarità geologiche e storiche del territorio ragusano, a partire da epoche antichissime. A circa 20 km da Ragusa sorge poi il Castello di Donnafugata, una meravigliosa residenza ottocentesca unica nel suo genere, con un ricco giardino di piante mediterranee ed esotiche. È stata scelta anche come set di alcuni film, tra cui I Vicerè e Il commissario Montalbano.



Ispica

Ispica
Ispica - Chiesa di

Visita la vecchia Spaccaforno, il suo antichissimo nucleo abitativo all’interno del Parco della Forza e le bellissime chiese barocche. Sapevi che a Ispica è stato girato il film Divorzio all’Italiana con Marcello Mastroianni e Stefania Sandrelli?

Comiso

Comiso - Panorama
Comiso - Panorama

Città natale dello scrittore Gesualdo Bufalino, Comiso sorge in una valle tra i bassi Monti Iblei, accanto ad un aeroporto internazionale. Una curiosità: qui si trova una delle pochissime pagode buddiste presenti in Europa.

Castello di Donnafugata

Comiso - Panorama
Castello di Donnafugata - Panorama

Un’antica e tragica leggenda d’amore si cela nelle stanze di questo lussuoso castello di fine ‘800. Scopri la sua storia e perditi nel labirinto all’interno dei suoi meravigliosi giardini.




Operazione in corso...